Prorogate le detrazioni fiscali 50% e 65%
7 giugno 2017
Valvole termostatiche: rinvio della scadenza a giugno 2017
7 luglio 2017

Nuova detrazione fiscale per interventi antisismici

A seguito dei gravi eventi sismici verificatisi in Italia, in particolar modo nella regione Marche, è stata introdotta una nuova agevolazione fiscale per interventi edilizi antisismici per consentire una maggiore azione di prevenzione in Italia.

L’ agevolazione riguarda abitazioni, parti comuni di condomini ed immobili adibiti ad attività produttive collocati in zone di rischio sismico 1,2 (alta pericolosità) o 3 (minore pericolosità) secondo la classificazione sismica del territorio italiano individuata dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 marzo 2003 consultabile al sito web del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La valutazione del rischio sismico e l’efficacia degli interventi dovranno essere valutate da professionisti incaricati iscritti ai relativi Ordini o Collegi professionali di appartenenza, in particolare:

  • il progettista attesta ufficialmente la classe di rischio sismico dell’edificio prima dell’intervento e quella che sarà raggiunta dopo i lavori
  • il direttore dei lavori e il collaudatore statico attestano, al termine dell’intervento, se sono stati raggiunti gli obiettivi indicati nel progetto.

Tale agevolazione fiscale riguarda esclusivamente chi ha sostenuto la spesa dei lavori edilizi dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 e sarà possibile detrarre, su un ammontare delle spese non superiore a 96 mila euro, una percentuale variabile dal 50% fino all’85% secondo le tipologie di intervento.

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha messo a disposizione sul proprio sito una guida pratica, la normativa, le faq e la documentazione tecnica per la messa in sicurezza delle abitazioni e delle attività produttive.